- fotografia panoramica: Franco A. Cavalleri -

Per leggere tutte le poesie sinora pubblicate su larioinpoesia: scorri in basso, sino ad incontrare l'ultima poesia.
Noterai la scritta "Post più vecchi". Cliccandola, incontrerai via via tutte le pagine inserite, a partire dal gennaio 2008.

giovedì 18 dicembre 2008

Natale lariano




La cometa si sofferma - più forte riluce...

Il dono sempre vivo, eterno si rinnova:
qui - come a Betlemme - oggi, E’ NATALE

.

4 commenti:

Paolo del 1948 ha detto...

buon natale, luciana
quest'anno lo ricordo così:
... trovarono Maria e Giuseppe e il bambino giacente nella mangiatoia.

È tutto. Questo presepio di dieci parole è dell'evangelista Luca che nemmeno lui lo vide, come non lo vide il suo maestro Paolo di Tarso: soltanto quei pastori notturni polverizzati nel nulla. Tre nomi, un arnese. Facciamolo anche noi così piccolo e vero il presepio. Leggiamo e rileggiamo queste dieci parole — come ci si curva su un diamante fino ad appannarlo col fiato. Sono tutto il nostro Natale: le ha scritte un medico di Antiochia, senza che la sua penna tremasse per la tentazione di dire di più.

in Luigi Santucci, Volete andarvene anche voi?, Mondadori, 1969, p. 33

amalteo.splinder.com

Luciana Bianchi Cavalleri ha detto...

Il tuo commento sentito Paolo, è un augurio che parla sommessamente a tutti noi: buon Natale semplice e "vero" anche a te!

antonia ha detto...

Complimenti a Paolo che con poche parole invita alla meditazione,
e auguri a tutti
Antonia

Luciana Bianchi Cavalleri ha detto...

Ciao Antonia - il tuo gentile augurio - compartecipato a tutti i nostri lettori - ti ritorni al mittente: come un piccolo affettuoso boomerang!