- fotografia panoramica: Franco A. Cavalleri -

Per leggere tutte le poesie sinora pubblicate su larioinpoesia: scorri in basso, sino ad incontrare l'ultima poesia.
Noterai la scritta "Post più vecchi". Cliccandola, incontrerai via via tutte le pagine inserite, a partire dal gennaio 2008.

venerdì 3 ottobre 2008

Il campanile di Ossuccio

.
"Ossuccio" - acquarello di Nicola Guarisco


Incanto del lago d'autunno le brume,
spoglie melanconiche sponde,
sipario di nebbia opalina
splendide ville nasconde,
del sole si sgorge un barlume,
d'angelo sguardo che ammira
di semplici mani prezioso gioiello
del Lario l'emblema del bello.

da Piero Pizzi - (Lecco)
.

3 commenti:

Luciana Bianchi Cavalleri ha detto...

Sempre affascinante il nostro lago, assume una dimensione ancor più profonda ed ammaliatrice nel gioco delle brume e delle nebbie che ne celano parzialmente le sponde.
Allora, l'immaginazione naviga attraverso le sue onde ed il pensiero si fa sogno, ricordo, riflessione...

Jaio Furlanâr ha detto...

Forse i colori sono freddi ma il ricordo é caldo.

Luciana Bianchi Cavalleri ha detto...

bello, quando i ricordi sono indelebili:
il Lario è indimenticabile?
Pare proprio di sì...!