- fotografia panoramica: Franco A. Cavalleri -

Per leggere tutte le poesie sinora pubblicate su larioinpoesia: scorri in basso, sino ad incontrare l'ultima poesia.
Noterai la scritta "Post più vecchi". Cliccandola, incontrerai via via tutte le pagine inserite, a partire dal gennaio 2008.

mercoledì 30 gennaio 2008

Appartenenza


Com’è delicata e strana l’atmosfera novembrina, oggi:
si svolge e fissa in mille luci, ammicca alternandosi
nel tramonto precoce, in tinte spente ed altre più gaie
si proietta ed espande, nei primi freddi intensi della sera.

Dopo il forte vento, si riposa in baleni il panorama
adagiandosi placido: si libra terso, come sospeso
in vaste sintonie sul lago. Lindi e soffusi, in armonia
s’abbracciano azzurri intensi ed ampi, d’acqua e cielo.

L’anfiteatro del lago è una tela spartita dalle sponde
in due altalene di colline e monti, mosse in curve diseguali
ove l’occhio volentieri si sofferma e scende, gioca a rimpiattino
scivola e risale, rincorrendosi in sipario aperto all’orizzonte.

Serenamente si distende l’onda, frangendosi alla costa, lenta:
s’increspa lieve, al nuoto palmato dei germani in coppie, alla deriva./

S’insinua, s’allunga e mi possiede a sera, una tenerezza amata e nota:/sia alba o sia tramonto,
è la radice amata e viva -mia- d’appartenenza.

(© Luciana Bianchi Cavalleri - Como)


.

10 commenti:

DR ha detto...

Ho seguito verso per verso la strada tracciata tra acqua e cielo, colline e monti.

Auguri per questo nuovo "gemello". È periodo di sdoppiamenti, come hai visto nel mio "Assolo in poesia".

Ciao. Daniele

Luciana Bianchi Cavalleri - "larioinpoesia" ha detto...

Grazie per la tua attenzione Daniele, il blog ha meno di 24 ore di vita e tu l'hai giù scoperto ed inaugurato, con il primo commento.
Benvenuto fra noi.
(Parteciperai anche tu, al neonato "coro" di versi lariani?)

DR ha detto...

Se vorrete, sarò ben lieto di partecipare.

A rileggerci...

Daniele

Luciana Bianchi Cavalleri ha detto...

attendo allora una tua poesia (a: ventifebbraio@iol.it). A presto, Daniele, ciao

anyony ha detto...

Quello tuo per il Lario è un amore passionale, direi quasi carnale che esprimi magistralmente attraverso questa poesia: il lago è quasi un amamte cui tu senti di apparttenere. Complimenti oltre che per gli stupendi versi anche per la fotografia dove il grande cuore luminoso rappresenta il tuo che idelamente abbraccia tutto il lago.

Luciana Bianchi Cavalleri ha detto...

hai colto perfettamente ciò che l'immagine desiderava esprimere, a specchio e completamento dei versi.
Grazie per la tua lettura attenta e partecipata

Vitale Tagliaferri ha detto...

Leggere non tanto "cosa" ma "come"
scrivi...è sempre piacere grande per me.

Luciana Bianchi Cavalleri ha detto...

che piacere, ritrovare qui a 'larioinpoesia' il direttore artistico del concorso di poesia 2003 Abbadia Lariana - che ricordo ancora con vivissimo piacere

angelo di maslianico ha detto...

angelo di maslianico

cara signora luciana

nel leggere la sua poesia ho sentito una stretta di emozione al cuore. vorrei tanto saper scrivere poesie come le sue. grazie per i bei versi che ci regala.

Luciana Bianchi Cavalleri ha detto...

E' il massimo della gioia e della gratificazione, per me:
quando un commento sentito come il suo, mi fa comprendere che l'emozione è riuscita a fissarsi ed a "vivere", in una mia poesia, comunicando in empatìa ed in condivisione i sentimenti che l'hanno ispirata...(grazie!)